NOW – JEWELS BY NORMAN WEBER


Ciò che stupisce nel percorso espositivo della mostra di Norman Weber alla galleria Maurer Zilioli non sono subito i gioielli sculture esposti soprattutto nelle vetrinette, ma l’accurato loro studio attraverso piccoli disegni di varie fogge esposti in grandi pannelli appesi alle pareti.

S’intuisce subito che quella scrupolosità di progettazione non può che avere dato luogo che a gioielli singolari al di là della materia scelta per la loro esecuzione. Ciò che emerge evidente, infatti, al di là dell’esecuzione tecnica, è l’idea, il concetto che li ha significativamente preceduti anticipando quasi l’emozione dello spettatore.

Ed ecco che i gioielli-scultura di Norman Weber si dispiegano in tutta la loro fantasia, in un’armonia ritmica che s’interrompe con intelligenza e ironia quando sorge il sospetto di piacere troppo e si trasformano, quindi, in sorprendenti asimmetrie.

Materiali, colori e forme sempre nuovi si  trasformano creativamente in una unicità che attrae l’attenzione ora per la trasparenza delle  pietre, non sempre pregiate, ora per la varietà dei colori. Si tratta prevalentemente di spille, anelli e orecchini gioiello che nella loro trasformazione formale potrebbero anche semplicemente essere appoggiate su trasparenti tavolinetti di cristallo per fare bella mostra di sé per il piacere dello sguardo scherzoso e arguto.


Norman Weber, nato nel 1964 a Schwäbisch Gmünd in Germania, ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Monaco con Hermann Jünger, Otto Künzli e Horst Sauerbruch. Nel 1996 ha ricevuto il Premio Debuttante dell’Accademia e nel 1998 il Premio di Promozione della Città di Monaco. Ha tenuto conferenze e docenze in varie scuole tra cui la Rietveld Akademie di Amsterdam, la Scuola Superiore Professionale di Hildesheim a Göttingen,  all’Accademia di Göteborg in Svezia e alla Konstfack di Stoccolma.

Sue opere si trovano nelle collezioni della Neue Sammlung, International Design Museum, Pinakothek der Moderne di Monaco, del Museo Nazionale di Stoccolma, del Schmuckmuseum di Pforzheim e del Museum of Arts and Design di New York.

Norman Weber, dunque, esaltando i materiali con la sua capacità progettuale, costruisce dei gioielli che, talora, con un intendimento che si allontana, gioiosamente, dalla loro funzione tradizionale di ornamento si dispongono altresì in una sintesi di scultura fantasiosa e arguta anche per l’impiego di materiali diversi quali pietre colorate, alluminio, plastica, ferro, cartone e tessuto.

Fotografia di Alexandra Vogt

Norman Weber, Associazione Culturale Maurer Zilioli – Contemporary Arts, Via Trieste, 42/B Brescia fino al  29/01/2011

 

 

 

 

 

 

 

 

Informazioni su annamariadipaolo

ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
Questa voce è stata pubblicata in SCULTURE-GIOIELLO. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...