TULLIO CATTANEO. L’EMOZIONE DELLA FORMA

Tullio Cattaneo. L’emozione della forma

Lucrezia

L’impressione che si ha guardando le sculture di Tullio Cattaneo è che siano vigorose opere in bronzo tale è l’intensità delle linee e delle forme che caratterizzano i volti e i corpi.

A porre attenzione, invece, ci si accorge che tutti i lavori sono in terracotta o patinate verde rame o policrome, materiale che, infatti, Cattaneo ha scelto, fin dall’inizio della sua attività artistica e che ritroviamo costantemente nella sua trentennale attività di scultore attento, elegante e riservato.

Le sculture, nella maggior parte dei casi, sono figure assorte dagli occhi pensosi e stupefatti o, a volte, sfuggenti e lontani che testimoniano una varia umanità di giocolieri, bagnanti, poetesse, figure mitiche, poste fra una dimensione reale e un mondo fantastico, forme forti e poetiche.

Pochi, dunque, sono i temi scelti: ritratti di amici, di atleti, di bagnanti, di bodybuilder, di poetesse, di donne mitologiche come Saffo, Lucrezia, di Atalanta, di Musa, e una natura morta con teschio del 1993, costante suo memento mori, e tutti rivelano nelle linee essenziali, apparentemente semplici, forme forbite e armoniche del modellato derivanti dal suo garbato e sicuro mondo artistico interiore.

I soggetti di Cattaneo, pertanto, nel rapporto tra forma e materia, affascinano per quella configurazione senza celebrazione, per quell’essenza emotiva di plastica rappresentazione ed energia creativa che si concretano nelle fattezze tondeggianti dei volti e nell’ equilibrio dei corpi in leggera torsione.

Ritratto di Mirko Bedussi

E’ l’individuo, la figura umana, al centro dell’ interesse di Tullio Cattaneo il quale, sia nel Ragazzo seduto dell’88 o nel mito di Atalanta, nel Ritratto di Mirko Bedussi de 90 o nel Ritratto di Guido Carli del 99, o anche in Poetesa sognante del 2000, e in Grande bagnante semisdraiata, 2006, o in Testa di un uomo di mare, terracotta policroma, 2008, e poi in Busto di uomo con maglia a righe. terracotta policroma, 2010, e infine, tra altri, in Lucrezia del 2010, desume stimoli linguistici e poetici dalla tradizione e dalla modernità realizzandone una sua sintesi originale che rielabora, con passione essenziale, alla luce della sua rigorosa riflessione, priva però di retorico pathos.

Il tono della patina o la policromia delle terrecotte usate da Tullio Cattaneo non sono accorgimenti tecnici fini a se stessi, ma soluzioni improntate a solenne vitalità da cui a stento trapelano gli stati d’animo dei soggetti scelti, i quali sembrano, infatti, già di per sè ingabbiati in una condizione umana di consapevolezza di stasi e quindi di conseguente distacco panteista.

Anche in Atalanta, in Nudo nel bosco e in Donna e albero sembra aleggiare l’ ispirazione dionisiaca delle tre donne solitarie, sorprese in una corrispondenza dialogica con la natura che le rende lievi come in un sogno e nostalgiche come nel mito.

Nella capacità di elaborazione delle sue opere, insomma, l’artista bresciano elimina ogni orpello inutile per conseguire potenza e levità plastica in una complessa simbologia di sintesi tra passato e presente.

Cattaneo, che negli anni del Liceo a Brescia frequentò lo studio di Domenico Lusetti fino alla morte del Maestro nel 1971, si è diplomato in scultura all’Accademia di Brera nel 1977, con la guida di Enrico Manfrini. L’artista ha svolto per più di due decenni l’attività di docente di modellato e poi di Direttore del N.A.B.A. l’Accademia di Bele Arti di Brescia. Ha tenuto alcune mostre personali e ha partecipato a varie collettive.

Dal 2005 si dedica soltato alla scultura rimanendo comunque appartato dal sistema dell’arte.

Ora l’interessante antologica di Tullio Cattaneo, a cura di Paolo Sacchini, allogata nelle belle e numerose sale di Palazzo Tabarino a Montichiari, ci offre la possibiltà di ammirare sessantadue sue opere in un suggestivo allestimento. Da non perdere. http://www.montichiarimusei.it

Anna Maria Di Paolo





Informazioni su annamariadipaolo

ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
Questa voce è stata pubblicata in ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...