SANTI POETI NAVIGATORI. GLI UFFIZI A MONTECATINI TERME

SANTI POETI NAVIGATORI. Gli Uffizi a Montecatini Terme

Dante di Cristofano dell’Altissimo

Cosimo I dei Medici fu dispotico in politica e inesorabile coi nemici, ma in arte ebbe una visione ampia e intelligente, creò gli Uffizi come residenza ufficiale dei granduchi; completò i Giardini di Boboli, collegò col corridoio del Vasari la sua nuova residenza con Palazzo Vecchio e si circondò di artisti quali Vasari col quale fondò L’Accademia e la Compagnia dell’Arte e del Disegno a cui appartennero Cellini, Bronzino, Michelangelo, Ammannati, Francesco da Sangallo, Giambologna e, tra altri, Galileo. di Cosimo I

Nell’ambito dell’organizzazione della Sala delle carte geografiche in Palazzo Vecchio, il suo mecenatismo lo indusse ad accogliere la proposta di Paolo Giovio, 1483 – 1552, medico e storico a collocare, in corrispondenza dei luoghi sulle carte geografiche apposte alle pareti, i ritratti di uomini illustri dei rispettivi paesi facendoli copiare dalla sua collezione esposta nel Musaeum della sua villa sul lago di Como e così avvenne dal 1552 al 1562 ad opera di Cristofano dell’Altissimo, stimato artista e allievo del Pontormo e del Bronzino. I ritratti su tavola ebbero tutti lo stesso formato e la medesima cornice e ad essi furono aggiunti altri ritratti della famiglia Medici. Divisi in categorie: Santi, Poeti e Navigatori, Re e Imperatori, Condottieri e Uomini d’Arme, Papi, Umanisti e Signori, i ritratti degli uomini illustri erano posti, altresì, in consonanza dei Pianeti delle carte astrologiche poiché si supponeva che ne determinassero i caratteri. La serie ampliata di continuo fu trasferita, poi, nella parte alta del primo corridoio della Galleria degli Uffizi, dove si trova tuttora anche se spesso per la collocazione passano inosservati.

Ora la mostra “Santi poeti navigatori …” ricrea nelle splendide storiche Terme Tamerici di Montecatini Terme il connubio rinascimentale tra arte, politica e scienza. In mostra le 70 opere ritraggono il principe Saladino Sultano d’Egitto e Persia, Solimano il Magnifico, Murad II Sultano dell’Impero Ottomano, Maometto II il Conquistatore e il figlio Bajazid II Sultano dell’Impero Ottomano, ma anche artisti e letterati come Dante, Leonardo, Michelangelo, Machiavelli, e la poetessa Vittoria Colonna, marchesa di Pescara, amica di letterati e artisti quali l’Ariosto e Michelangelo, unica donna inclusa per le alte qualità intellettive e morali.

La poetessa Vittoria Colonna

Tra gli Eroi e conquistatori troviamo Vespucci, Cristoforo Colombo, Carlo V Imperatore del Sacro Romano Impero, Francesco I di Francia e Filippo II di Spagna. Spiccano anche cinque piccolissimi ritratti di Papa Leone X, di Clemente VII, del Cardinale Ippolito dei Medici, del Duca Alessandro e di Cosimo I dei Medici, piccoli gioielli del Bronzino e scuola.

Nei ritratti, in virtù degli influssi astrologici, i sovrani europei sono contraddistinti dal Sole, segno di saggezza e temperanza, i papi e i cardinali sono dominati dalla presenza di Giove, segno di dignità, fede e grandezza d’animo, mentre i sultani mussulmani subiscono la presenza di Saturno, pianeta malefico. Marte, pianeta della guerra, infine, influenza gli uomini d’arme come Cesare Borgia ed Ezzelino da Romano, notoriamente malvagi. Il significato di questo genere di rappresentazione, insomma, era determinato dalle conoscenze del tempo, dominato dal sapere ecclesiastico e ancora legato alle convinzioni medioevali nel nesso tra cielo e terra.

Il fulcro attorno al quale si espande la mostra è, comunque, il raro Ritratto di Alessandro Achillini di Amico Aspertini, autore noto del Rinascimento emiliano, che proviene dalla collezione di Paolo Giovio ed è recente dono della lungimirante associazione ‘Amici degli Uffizi’ alla Galleria.

Montecatini Terme da anni organizza mostre di grande livello abbinando così l’arte alla natura, alla cultura e al benessere. Le storiche Terme Tamerici, che erano in origine la sfarzosa villa Schmitz, ora sono adibite soltanto a sede di mostre. La città, soprattutto col Granduca Leopoldo nel 1776, ebbe grande sviluppo tanto che era apprezzata in Europa quanto Baden Baden nella Belle Epoque e per tutto il Novecento.

Ora Montecatini, consolidando le sue relazioni con Firenze, grazie all’intelligente politica culturale di Antonio Natali, direttore degli Uffizi, può offrire al suo pubblico nazionale e internazionale una parte del ricco patrimonio che per la loro collocazione nella Galleria non sono di facile lettura e che qui invece sono valorizzate.

La mostra e il luogo pertanto valgono bene di essere visitati.

Anna Maria Di Paolo © RIPRODUZIONE RISERVATA

SANTI POETI NAVIGATORI. Gli Uffizi a Montecatini Terme a cura di Francesca de Luca Terme Tamerici: Viale Tamerici 69, Montecatini Terme, fino al 16 luglio 2011

Orario di apertura: 10-19, Lunedì chiuso. Catalogo: Polistampa

http://www.santipoetinavigatori.it

Ufficio Stampa, Press Rosi Fontana, www.rosifontana.it

Informazioni su annamariadipaolo

ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
Questa voce è stata pubblicata in ARTE antica. Contrassegna il permalink.