LEONARDO DA VINCI / PITTORE ALLA CORTE DI MILANO, MEMORABILE MOSTRA ALLA NATIONAL GALLERY DI LONDRA

«Leonardo da Vinci / Painter at the court of Milan».Leonardo alla Corte di Milano

 Immagine

Leonardo a Milano dal 1482, durante il ducato di Ludovico Sforza che voleva fare della città un elevato centro culturale, e poi dopo l’invasione francese tra il 1506 e il 1513, ebbe un’ assoluta libertà artistica in cui poté realizzare sia la sua visione di pittura perfetta sia lo sviluppo delle sue ricerche. Su questo fervido periodo è stata impostata la mostra “Leonardo alla Corte di Milano”, con eccelsi capolavori. Dove la si può vedere? A Milano? A Roma? A Firenze? No: a Londra. La classe, come dice un luogo comune, non è acqua.

Appunto. Da anni Londra e Parigi propongono mostre memorabili di artisti italiani che la miope cultura nostrana – sia per le persone preposte sia per le istituzioni – non sa presentare ed è davvero un peccato che siano tante le occasioni preziose mancate.

Così, è a Trafalgar Square – e non davanti a Santa Maria delle Grazie dove si trova il Cenacolo o al Castello Sforzesco con la straordinaria “Pietà Rondanini” – che ci sono file di visitatori davanti alla National Gallery per «Leonardo da Vinci / Painter at the court of Milan».

L’esposizione è stata voluta da Luke Syson, preposto all’arte italiana per la National – che possiede una delle due versioni della ‘Vergine delle Rocce’, l’altra è al Louvre, per cui è la prima volta nella storia che le due versioni dell’ opera sono esposte insieme-. Altri sono, inoltre, i prestiti ottenuti: dalla Pinacoteca Ambrosiana di Milano proviene il famoso ‘Ritratto di Musico’, l’unico ritratto maschile di Leonardo, mentre i Musei Vaticani hanno accordato ‘San Gerolamo’; il Duca di Buccleuch ha prestato la sua versione della ‘Madonna dei Fusi’, ed è stata accolto ancheSalvator Mundi’, di recente attribuito a Leonardo in cui il volto di Cristo è purtroppo un po’ ossidato per effetto del tempo.

C’è poi la ‘Dama con l’ermellino’ ritratto di Cecilia Gallerani amante di Ludovico Sforza” del Museo nazionale di Cracovia, e c’è ‘La Belle Ferroniere’ un ritratto dalla bellezza eterea, dal Louvre di Parigi per cui, per la prima volta, sono riuniti nella stessa stanza anche questi due celebri ritratti femminili che secondo alcuni storici dell’arte ritraggono reciprocamente l’ amante e la moglie del duca Ludovico il Moro.

Immagine

Accanto ai dipinti, sono esposti circa 50 disegni tra cui i disegni preparatori dell’Ultima Cena, in gran parte dalla collezione reale britannica – la regina Elisabetta ne possiede 600, infatti, è la piu’ grande collezione di disegni di Leonardo – e lo stupendo cartone della National con la Madonna e Sant’Anna oltre a vari quadri di seguaci di Leonardo che attestano l’ influenza del genio di Vinci sul mondo artistico e culturale dell’epoca.

 

Ci sono, infine, i video sulla Milano di oggi che dal Duomo ripercorrono, attraverso Castello Sforzesco e Cenacolo, le tracce della presenza leonardesca a Milano.

L’eclettico Leonardo artista, inventore, scienziato, scenografo, esperto di anatomia e di fisica oltre che musico egli stesso, insomma stupisce e ammalia sempre, ma a Londra l’esposizione focalizza prevalentemente il Leonardo pittore, una mostra che per la esiguità e la fragilità dei dipinti di Leonardo sarà irripetibile erimarrà negli annali.

 

Anna Maria Di Paolo © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Londra. National Gallery : «Leonardo da Vinci / Painter at the court of Milan» fino al 5 febbraio2012, LunediGiovedi (e Sabato 31 dicembre)10:00-18:00
Venerdì e Sabato 10:00-22:00 (ultimo ingresso alle 21:00) Domenica 10:00-19:00

http://www.nationalgallery.org.uk

Annunci

Informazioni su annamariadipaolo

ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
Questa voce è stata pubblicata in ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA. Contrassegna il permalink.