LA BIENNALE DI VENEZIA. PADIGLIONE DELL’AZERBAIJAN ALLA 56. ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE D’ARTE

LA BIENNALE DI VENEZIA.

PADIGLIONE DELL’AZERBAIJAN

ALLA 56. ESPOSIZIONE

INTERNAZIONALE D’ARTE

 

 Fazil Najafov. Beyond the Line


Fazil Najafov. Beyond the Line


L’Azerbaigian presenterà due mostre alla Biennale con artisti interessati a questioni sociali, politiche, ambientali.
De Pury de Pury e Emin Mammadov curano la prima mostra, Beyond the Line che rivisita un momento cruciale della storia dell’Arzebaijan, facendo sentire le voci degli artisti di questo paese della metà del secolo scorso che erano state fatte tacere o ignorate dalle regole del Soviet.

Susie Allen, Laura Culpan, e Dea Vanagan di Artwise curano invece la seconda mostra Vita Vitale, con la quale l’Arzebaijan mette insieme artisti contemporanei internazionali il cui lavoro esprime la preoccupazione per il destino del nostro pianeta con le sfide ecologiche in relazione alla tecnologia e al consumismo.

Le due mostre, dunque, rivelano un Paese che tra il passato, con le trasformazioni sociali e industriali del XX secolo, e il suo futuro, pone attenzione all’impatto ecologico proprio e del pianeta tutto.

Beyond the Line
L’Arte della metà del XX secolo è spesso allegorica per sfuggire ai controlli. Negli anni ‘60 gli artisti ribelli al realismo sovietico non venivano più puniti, ma ignorati dall’arte ufficiale, quindi non potevano tenere delle mostre nè viaggiare all’estero.

A Venezia L’Arzebaijan esporrà proprio le opere di quegli artisti anti conformisti: Javad Mirjavadov, Tofik Javadov, Ashraf Murad, Rasim Babayev, e lo scultore Fazil Najafov.

Sarà inoltre presentato il film Stepping over the horizon, diretto da Shamil Najafzada e anche un’installazione di Huseyn Hagverdi, artista che nonostante abbia sofferto sotto il regime sovietico mantenne una grande creatività.

Questi artisti finora rimasti oscuri rappresentano il riscatto e la vittoria del loro spirito. Beyond the Line, insomma, fa da contraltare alla mostra degli artisti internazionali di Vita Vitale.

Leyla Aliyevam

Leyla Aliyevam


Vita Vitale

L’esposizione prende in esame il delicato equilibrio dell’ecosistema del nostro pianeta e l’impatto umano sul mondo della natura. La mostra riunisce insieme artisti contemporanei di Austria, Canada, Francia, Italia, Paesi Bassi, Pakistan, Romania, Svizzera, UK, USA, Uzbekistan, and Azerbaijan – un’esposizione che travalica i confini del linguaggio, del patrimonio culturale e della stessa geografia per accrescere la consapevolezza di ciò che l’uomo e i suoi interventi comportano sull’ambiente e sulla trasformazione globale del nostro pianeta.
Opere multimediali e installazioni di artisti internazionali quali Mircea Cantor, Loris Cecchini, Tony Cragg, Jacco Olivier, Julian Opie, Graham Stevens, Diana Thater, and Andy Warhol, the IDEA Laboratory, un luogo per sviluppare soluzioni creative per il futuro, in un programma di collegamento tra scienza e arte, evidenziando come l’ aggressione alla natura abbia portato alla deforestazione e all’inquinamento. Le opere trasmettono messaggi decisi suggerendo idee di salvezza per il futuro.


Emin Mammadov è consulente artistico della Fondazione Heydar Aliyev Foundation, la più grande organizzazione non governativa dell’Azerbaijan, fondata nel 2004.

Lo scopo principale della Fondazione è la salvaguardia dei valori nazionali e spirituali, la promozione della cultura dell’Azerbaijan, lo sviluppo della scienza, dell’educazione, della sanità e della sfera sociale nel mondo.
La Fondazione ha presentato a Baku mostre di Andy Warhol, Tony Cragg, Bernard Buffet, e ha promosso all’estero dei giovani artisti contemporanei azeri tramite Fly to Baku in Europa, tra cui: Kunsthistorisches Museum, Vienna; Museo Maxxi di Roma; Multimedia Art Museum di Mosca, Collectors Room, Berlino. Ha inoltre contribuito al restauro della Chiesa della Pietà a Venezia.

Anna Maria Di Paolo

Sedi:

-Beyond the Line, Palazzo Lezze, Campo S. Stefano, San Marco 2949;

– Vita Vitale, Ca’ Garzoni, San Marco 3416, 30124

Dal 9 Maggio a novembre 2015

Ufficio stampa: 

gestione3@studioesseci.net

green.artpress@uteweingarten.de| schuebel.artpress@uteweingarten.de


Informazioni su annamariadipaolo

ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
Questa voce è stata pubblicata in ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA. Contrassegna il permalink.