Venezia. Biennale d’Arte 2017 Viva Arte Viva. 615.000 visitatori

Venezia. Biennale d’Arte 2017

Viva Arte Viva. 615.000 visitatori

Si e’ chiusa oggi, domenica 26 novembre 2017, la 57. Esposizione Internazionale d’Arte – Viva Arte Viva – organizzata dalla Biennale di Venezia, presieduta da Paolo Baratta e curata da Christine Macel. Un Incontro Aperto ha tracciato le considerazioni finali sulla Mostra che ha richiamato una straordinaria attenzione e un’altissima affluenza di visitatori: 615mila, con incremento del 23% rispetto al 2015 risultando la mostra più visitata in Italia – anche da giovani sotto i 26 anni – a dimostrazione della crescente familiarità del pubblico con l’arte contemporanea e del desiderio di conoscenza come ha commentato Paolo Baratta.

I dati della Mostra

120 artisti invitati alla Mostra

86 partecipazioni nazionali

30 partecipazioni nazionali nei padiglioni storici ai Giardini

23 partecipazioni nazionali all’Arsenale

33 partecipazioni nazionali nel centro storico di Venezia

3 nazioni presenti per la prima volta sono: Antigua e Barbuda, Kiribati, Nigeria.

3 nazioni che partecipano dopo una lunga assenza: Stato Plurinazionale della Bolivia (ultima volta da solo 1966 poi con I.I.L.A), Malta (ultima volta 1999), Tunisia (prima e ultima volta 1958)

1 Progetto Speciale (Padiglione delle Arti Applicate in collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra)

23 Eventi collaterali

Si sono svolte 68 Tavole Aperte, di cui 49 con gli artisti di Viva Arte Viva e 19 con gli artisti delle Partecipazioni Nazionali, per un totale di 87 artisti e 2.100 partecipanti.

La Mia Biblioteca, un progetto che ha raccolto 470 volumi che entreranno a far parte della collezione della Biblioteca ASAC della Biennale di Venezia.

Numerose le Performance che durante i sei mesi di Mostra sono state visibili in streaming sul sito della Biennale di Venezia e sono ora tutte disponibili sulla piattaforma Biennale Channel.

Padiglione delle Arti Applicate

Per il secondo anno consecutivo, in collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra, è stato realizzato il Padiglione delle Arti Applicate, con una mostra intitolata Display – between art and arts and craft a cura di Jorge Pardo, ospitata negli spazi delle Sale d’Armi A dell’Arsenale.

Educational: 64.347 (3.738 gruppi) i partecipanti alle attività educational e ai servizi di visite guidate, con un incremento del 15% rispetto al 2015.

Si è confermato, infine, l’apprezzamento del pubblico per la presenza di 38 giovani laureati lungo il percorso espositivo, formati per essere a disposizione del pubblico e dare informazioni sui contenuti, che consideriamo elemento qualificante di Mostra.

Il progetto Biennale Sessions – dedicato alle Università, Accademie di Belle Arti, istituzioni di ricerca e formazione nel settore dell’architettura, delle arti visive e nei campi affini – ha favorito per il settimo anno consecutivo la visita della Mostra a gruppi di studenti e docenti, anche di università straniere.

Comunicazione

Attività ufficio stampa

5.000 i giornalisti accreditati in vernice, ripartiti tra:

3.400 giornalisti internazionali, 1.600 giornalisti italiani

Oltre 3.500 gli articoli compongono la rassegna stampa italiana e straniera ad oggi, tra quotidiani, periodici, web, radio e tv.

Gli sponsor

La 57. Mostra è stata realizzata anche con il sostegno di Swatch, Partner della manifestazione, Artemide, JTI (Japan Tobacco International), Vela-Venezia Unica, Bloomberg Philanthropies, illycaffè, COIMA, i-AMFoundation e Trenitalia Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane.

Ringraziamenti a Cleary Gottlieb Steen & Hamilton LLP e Garage San Marco.

Dopo la positiva esperienza dello scorso anno, La Biennale ha riproposto il Progetto Accessibilità rivolto agli utenti e ai relativi operatori di comunità educative e terapeutiche prevalentemente del nord Italia alle categorie abitualmente meno coinvolte nella fruizione di mostre ed eventi culturali (disabilità mentale e/o psico–fisica, senza fissa dimora, soggetti con dipendenze, migranti, non udenti).

Il progetto ha offerto attività a titolo completamente gratuito – incontri preparatori, visite guidate e laboratori – condotte da operatori formati dalla Biennale di Venezia in accordo con i centri e le comunità aderenti. Il progetto ha coinvolto circa 1.300 utenti e sono state organizzate 80 attività fra visite guidate e laboratori didattici.

Tante le visite alla Biennale di personalità del mondo del cinema, attrici come Annette Bening, Susan Sarandon, Sonia Bergamasco, Jasmine Trinca, Greta Scarano; tra gli attori Melvil Poupaud, Yorgos Zois, Ricky Tognazzi; registi come Ildiko Enyedi, Edgar Wright, Céline Sciamma, Rakhshan Banietemad, Rebecca Zlotowski, Ami Canaan Mann, Mark Cousins, Fien Troch, Michel Franco, Giuseppe Piccioni; critici cinematografici come David Stratton; scrittori e sceneggiatori quali Geoff Andrew e Andrés Duprat; musicisti come Ryuichi Sakamoto e Albert Lee; coppie celebri del cinema come Deborah e John Landis, Jennifer Lawrence e Darren Aronofski.

Ringraziamenti sono andati al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, le Istituzioni del territorio che in vario modo sostengono La Biennale, la Città di Venezia, la Regione del Veneto.

Un ringraziamento va ai Donor, importanti nella realizzazione della 57. Esposizione d’Arte.

Particolari i ringraziamenti a Christine Macel e al suo team, oltre che a tutte le grandi professionalità della Biennale per la realizzazione e la gestione della Mostra nei sei mesi e mezzo di durata.

La Biennale di Venezia, pertanto, ancora una volta si è rivelata una festa della cultura e dell’arte internazionale di grande successo.

Anna Maria Di Paolo

INFO: www.labiennale.org

Facebook: La Biennale di Venezia | Twitter: @la_Biennale | Instagram: @labiennale

Annunci

Informazioni su annamariadipaolo

ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
Questa voce è stata pubblicata in ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA. Contrassegna il permalink.