APPUNTAMENTO AL MAXXI

Giovedì 18 gennaio 2018 alle ore 18.00, nell’ambito del programma Artapes dedicato alla video arte italiana e internazionale, il MAXXI ospita l’incontro con l’artista Nicola Brandt (ingresso € 5, l’acquisto del biglietto dà diritto a un ingresso ridotto al museo € 8 entro una settimana dall’emissione, gratuito per i possessori della card myMAXXI, con possibilità di prenotazione del posto per i primi 10 scrivendo a mymaxxi@fondazionemaxxi.it entro il giorno prima dell’evento, fino a esaurimento posti).

Introdotto da Bartolomeo Pietromarchi Direttore MAXXI Arte l’incontro, con Pippo Ciorra Senior curator MAXXI Architettura, la storica dell’arte Elisa Schaar, sarà un’occasione per presentare il lavoro dell’artista e in particolare la video installazione Indifference, che esplora alcuni momenti delle vite di due donne, attraverso frammenti delle esperienze che hanno vissuto.

Queste storie sono accompagnate da un trittico a scala monumentale che rappresenta la linea costiera e l’entroterra del deserto della Namibia: paesaggi fatiscenti e dalla bellezza ingannevole, che nascondono alcuni luoghi segnati da una storia di violenza. Nicola Brandt discuterà con Elisa Schaar di come l’eredità della guerra coloniale tra la Germania e le popolazioni africane Herero e Nama (1904-1908) abbia lasciato traccia anche nel presente. Una riflessione incentrata sul ruolo della fotografia, dell’immagine e del paesaggio nei processi mnemonici e sulla capacità delle nuove pratiche documentarie di fornire una critica di queste storie interconnesse e della loro percezione odierna.

In occasione della mostra HOME BEIRUT SOUNDING THE NEIGHBORS in corso fino al 20 maggio 2018, la video gallery del museo ospita una rassegna, nell’ambito del programma Artapes, dedicata ai temi e agli artisti della mostra. Tra le opere in rassegna anche il video dell’artista Eric Beaudelaire, The Anabasis of May and Fusako Shigenobu, Masao Adachi and 27 Years without Images.

Venerdì 19 gennaio alle ore 18.00 l’artista introdotto da Giulia Ferracci curatrice della mostra, è protagonista di MAXXI Talk in una conversazione con il Direttore Artistico del MAXXI e curatore della mostra Hou Hanru(ingresso € 5, l’acquisto del biglietto dà diritto a un ingresso ridotto al museo € 8 entro una settimana dall’emissione, gratuito per i possessori della card myMAXXI, con possibilità di prenotazione del posto per i primi 10 scrivendo a mymaxxi@fondazionemaxxi.it entro il giorno prima dell’evento, fino a esaurimento posti).

Nel video di Beaudelaire, l’epica personale e politica dell’Armata Rossa giapponese, viene raccontata come un’Anabasi, un viaggio che è allo stesso tempo un vagare verso l’ignoto e un ritorno a casa.

Da Tokyo a Beirut, nel contesto della febbre ideologica post ’68 e da Beirut a Tokyo alla fine dei Red Years. Una traiettoria lunga trent’anni, la storia della frangia più estrema del movimento rivoluzionario, raccontata da due dei suoi protagonisti: May Shigenobu, figlia del fondatore di questo piccolo gruppo, e Masao Adachi, il leggendario regista sperimentale giapponese, che abbandona il cinema per unirsi all’Armata Rossa giapponese nel 1974. Due racconti che si intersecano tra storia personale, politica, propaganda rivoluzionaria e teoria del film. Tema ricorrente è la questione delle immagini: quelle pubbliche realizzate dai media in risposta alle operazioni terroriste, e quelle personali perse o distrutte nel caos della guerra.

Sabato 20 gennaio dalle 17.30 alle 19.00 nell’Auditorium del MAXXI (ingrasso gratuito con il biglietto del museo) si tiene invece il primo appuntamento della rassegna di documentari scientifici del National Geographic parte di GRAVITY OLTRE LA MOSTRA, programma di approfondimento dedicato alla mostra GRAVITY. Immaginare l’Universo dopo Einstein.

Vengono proiettati ATTRAVERSO LA VIA LATTEA, 45’ e a seguire I SOPRAVVISSUTI, 45’. Il primo documentario ci porta nelle profondità dello spazio e al di là del tempo, a scoprire la posizione della Terra nell’Universo a partire dagli studi di Giordano Bruno, mentre il secondo pone domande come Qual è stato il viaggio dell’essere umano per sopravvivere sulla Terra? Potrebbero esistere forme di vita in grado di adattarsi su altri pianeti?

MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo

www.maxxi.art – info: 06.320.19.54; info@fondazionemaxxi.it

orario di apertura: 11.00 – 19.00 (mart, merc, giov, ven, dom) |11.00 – 22.00 (sabato) | chiuso il lunedì,

Ingresso gratuito per studenti di arte e architettura dal martedì al venerdì

Annunci

Informazioni su annamariadipaolo

ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
Questa voce è stata pubblicata in ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA. Contrassegna il permalink.