Le ceramiche di Ada Di Lello a Vasto

Le ceramiche di Ada Di Lello a Vasto

La ceramica considerata a torto arte minore è recuperata e rivalutata da tanti artisti famosi

che si sono recati a Faenza o ad Albissola per produrne esempi importanti,

testimoniando una realtà artistica, oggi quasi dimenticata.

La realizzazione di questo manufatto produce oggetti estetici fine a se stessi e di arredo che sottolineano

l’amore per la materia e la manualità con una vivacità ammirevole.

Nella mostra allestita in una sala a pianterreno di Palazzo D’Avalos a Vasto (CH)

spiccano le ceramiche di Ada Di Lello, attiva nella città adriatica.

Ceramiche lacerate e scomposte di ricordo post-cubista

che fungono da lampade, la scultura de Il faro, omaggio a quello che spicca a Punta Penna

ed è il secondo più alto d’Italia, barche a vela, uova di gabbiani covate su immaginati speroni

di roccia sul mare, e conchiglie gigantesche

in una mirabile sintesi tra sperimentazione di colore e ricerca plastica con forme che

riproducono tensioni tutt’attorno.

Le ceramiche di Ada Di Lello a Vasto valorizzando i volumi in più piani luminosi e cromatici.

E poi pesci stilizzati che denotano, insomma, un grande amore per la natura marina in una immedesimazione

appassionata.

Materia, colore e forme sottolineano, pertanto, l’ operosità amorevole di Ada Di Lello

in una ricerca appartata e non convenzionale.

Anna Maria Di Paolo

Vasto, Palazzo D’Avalos, agosto 2018

Annunci

Informazioni su annamariadipaolo

ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
Questa voce è stata pubblicata in ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA. Contrassegna il permalink.