Linea del Tempo in Lombardia dai Camuni al Novecento.

Linea del Tempo in Lombardia dai Camuni al Novecento.

La storia dell’uomo in Lombardia che prende avvio dalle incisioni rupestri della Valle Camonica alla romanizzazione, alle invasioni barbariche, all’epoca longobarda, al Medioevo, allo splendore del Rinascimento e fino ai primi decenni del Novecento, con la Cappella Espiatoria di Monza, è il filo conduttore di un progetto in itinere per immagini e schede attraverso i secoli in una mappa interattiva dei musei della Lombardia.

La pagina dedicata all’opera specifica ad esempio ha sette livilli di informazioni che permettono di indagare l’oggetto sotto l’aspetto storico, materiale e di inserirlo in un contesto di eventi salienti sia storici sia culturali.

Ed è così che la storia della Lombardia sarà percorribile dal Paleolitico alla Belle Époque, seguendo la Linea del Tempo nelle immagini di reperti esposti nei 13 Musei Statali che fanno capo alla Direzione Regionale Musei Lombardia del Ministero della Cultura, diretta da Emanuela Daffra.

Un viaggio ricco di storia e di arte ora disponibile on line, gratuitamente,all’indirizzo www.timelinemuseilombardia.org.

Questo lavoro, per ora di 180 immagini, ha coinvolto Valentina Cane, Giulia Valcamonica ed Elisa Grassi, della Direzione regionale lombarda.

Lo strumento “Time Zoom” consente, inoltre, di addentrarsi in un periodo specifico scoprendo, per esempio, che Leonardo finì di realizzare l’Ultima Cena a Santa Maria delle Grazie nell’anno in cui i francesi, sotto il comando di Gian Giacomo Trivulzio, conquistarono Milano e costrinsero Ludovico il Moro alla fuga.

Il sistema gestisce la complessità delle informazioni in modo agile e comprensibile, ed è concepito per accogliere progressivamente l’intero patrimonio dei tredici musei.

Direzione regionale Musei Lombardia

Ufficio Comunicazione
drm-lom.comunicazione@beniculturali.it


in collaborazione con:
www.studioesseci.net;
roberta@studioesseci.net, referente Roberta Barbaro

Informazioni su annamariadipaolo

ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
Questa voce è stata pubblicata in ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA. Contrassegna il permalink.