Mantova. “L’arte di raccontare senza parole”di Stefania Aldi

Mantova. “L’arte di raccontare senza parole”di Stefania Aldi

Alla Galleria “Arianna Sartori” di Mantova va in scena la

pittura di paesaggio, oggi inusuale e al di fuori delle convenzioni compositive accademiche.

Stefania Aldi, in effetti, elabora una pittura di paesaggio con un’inventiva che attrae lo sguardo e affascina la mente. Pur essendo visto oggi il paesaggio un po’ controcorrente, dopo una tradizione secolare e numerosi capolavori, è stato da lei scelto comunque come soggetto della sua ricerca, e se ci si può sorprendere, a ben guardare, si deve convenire che Stefania Aldi sa dipingere e vuole comunicare, al di là del pregiudizio estetico sul genere, un fortissimo sentire della natura. Nei suoi quadri infatti mancano ponti, case e persone per cui la varietà delle scene naturali è data solo dalla luce che illumina tutta la costruzione sapiente della tela.

La singolarità dei suoi dipinti evoca delle atmosfere leggere, raffinate e al contempo composite, ottenute, cogliendo della realtà le sfumature percettive mediante riverberi. Il suo e’ un discostarsi dal linguaggio informale recuperando il dato figurativo come strumento del suo intuire intimo e anche di un garbato dissenso della cultura vigente. Ne ricava così pittoricamente una “forma di astrazione” raggiungendo in qualche quadro taluni toni iperrealisti sebbene i suoi paesaggi, nonostante i contrasti di luce e l’uso accorto dei colori, non diventino vere e proprie oasi oniriche.

Insomma i paesaggi sono si’ ispirati al mondo che la circonda e sono pertanto luoghi fisici, tuttavia essi rimangono luoghi anonimi che l’artista sceglie quasi fossero quelli privilegiati dell’ accoglienza.

Si potrebbero interpretare i suoi paesaggi come una semplice distensione della mente, e ci sta, ma a ben guardare sono un velato commento sul rapporto tra l’uomo e l’ecosistema nel dilagante disastro ambientale colpevolmente rincorso dall’ industrializzazione e urbanizzazione che ha progressivamente allontanato l’individuo dalla Natura pensando alla quale Stefania Aldi ha creato, in contrappunto, la sua “riserva“ naturale

Anna Maria Di Paolo

Stefania Aldi, classe1957, è nata a Mantova dove vive e lavora.

Diplomata con maturità artistica come maestro d’arte e delle arti applicate, ha collaborato con due studi di Mantova per il restauro di tele e cornici. Espone dal 1977.

Mantova. Galleria “Arianna Sartori” Via Cappello 17,

dal 21 maggio al 9 giugno 2022.

Informazioni su annamariadipaolo

ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
Questa voce è stata pubblicata in ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA. Contrassegna il permalink.